Caro Toni

Autunno ze rivà.
L’inverno ze ae porte.
L’albaro se spoja,
caje zo foja dopo foja,
fin a restar nudo.
Dal grando albaro dea vita,
anca Ti,
come ‘na foja,
al lisiero ventiseo
Ti si cajuo zo.
Un dolse pensiero,
un forte ricordo,
ze par sempre.
Ciao.

Questa poesia è stata stilata in data 07 Novembre 2006 in conseguenza della prematura morte di mio cognato Antonio di 55 anni.

Pubblicato da

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *