voria, ma forse ze mejo che ghe pensa

Voria che tuto el mondo se voesse ben e che i gavesse tanti schei cossì i vien anca qua a portarmene a sportae. Ze ora che capimo che ze anca st’ano rivà a bubbana (‘està porta tuto: schei, cotoe corte, majete che se vede rento “Mappamaondi tondi”, voja de essare libari come i osei, el soe dona tuto (nialtri cossa donemo?)). Ciao tosi e bee tose, vardè che ‘està dura poco, forsa dai movive un pochetin de pì. Vaerio

Pubblicato da

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *