Càsini

I veci bordei i voe riverzare, tosi e tosate votè che i vegna riverti, manco deinquensa fora par le strade e tanto pì decoro par chi che laora in ‘sto modo. Me scuso par el modo de verzare ‘sto post con (Càsini da capir che no’ centra mia con queo che lo porta come cognome) ze tuta altra roba. Mi son nato dopo poco tempo da quando jera stai sarai, ma amissi i me ga dito (jori zera za stai) che jera ‘na roba sana e sarà tra quatro muri, non come desso che par le strade se vede un puttanaio anca par el decoro e pai oci dei boce e putée, a volte rivolta el stomego anca par nialtri. Demoghe ‘na man aéa ministra che a ga ditto de far un referendum, ma che’l no sia come i soiti voti datti pal cas.. . Ciao a presto

Pensieri e parole

Pensè tosi che chi pensa, parla e chi che parla ga d’aver za pensà, cossa dir.
Pensandoghe ben mi gavaria da dir tante robe, ma me toce ingiòtirle parchè i gavaria tanti e tuti dosso a martoriarme come che fusse un santo o un ladro. Vardando i giornai cossa che i dise, o vardando i me amissi che i scrive su altri blog tante volte penso che i scrive tanto parchè se deve scrivare sensa pensare a queo che saria el giusto de scrivare. ‘na tiratera par dir che, saria come un can che corre torno a un paéo parchè el deve ciapar la coa e quando la morde el capisse che quea la jera sua, par fortuna ghe ze ‘cora zente che ga a testa tacà el coéo e ga un servéo che fa funsionare le rodéle. Tanta bona fortuna a chi che de fortuna ghi’nà poca, e a chi che fortunà el ze za el pensa a chi che ze poco fortunà, vardar indrio ze sempre beo, se vede queo che podaria capitar un dì o che’altro…………. Ciao a tuti che fazì ‘na SIZA grossa. Vaerio

Piove

Boja eva, come che piove, me sembra el “Diuvio Universae”. Lampi, sciantisi, saete, toni, e soratoni, scroassi de aqua, frandine come granei de sorgo che i sbate soi veri fazendo ‘na musica un pochetin strana. Se qua ghe fusse stà un maestro musicae gavaria catà fora varie mèodie strane che no se cata nea musica vera ma soéo soéa musica dea Natura. Jerimo drio a far a festa a me mojere con tanto de torte e de bussoeoti de vin bon “Verdusso Dorà” dal’alto Friul, che se ga scaenà ‘na bufera; mi penso che el Brenta ze aumentà de mezo metro soto el “Ponte Vecio”. A vegnea zo che de pì saria stà difissie immaginar, parchè scroassi come ‘stà sera, jera da tanto tempo che no i se vedea. Quatro volte ze sparia a corente e no’ se vedea zente passar, ne par sù tanto manco par zo. Ciao tosi a so’ un pochetin stufoto, Ve saéudo e aéa pròsima, da Vaerio. A desmentegavo tanti cari saéudi anca ai parenti tuti in speciàe quei che ze in Argentina (che no’ passa sera che i vegna vedare queo che mi diso e scrivo). Deghe un’ocio anca ai siti: (www.pragolin.it) (www.miepoesie.it) (www.elmastrograsparo.it) (www.pensieriparole.it) (www.aqueslosse.it) Ciao un bel baso a tute le putée, tosate e a quée vanti i ani.

Adunata Alpini 2008 FINE

Oggi è finita la sognata Adunata, e si comincia con le polemiche che senza dubbio ci sono e molte. Cominciamo con la prima che non mi va ancora giù: per sponsorizzare (Amici degli Alpini) l’ ANA Comitato Adunata Alpini di Bassano 2008 tramite la nostra associazione UMCE, ci ha chiesto di aderire (facoltativo) per avere diritto all’iscrizione al sito Internet, alla guida dell’Adunata e ricevere il Kit “Amici degli Alpini” composto da bandierine e locandine; dietro pagamento di € 50,00 + IVA per i commercianti non appartenenti al Comune di Bassano del Grappa — Invece abbiamo ricevuto 1 sola bandiera e circa 200 guide all’Adunata con il programma ma con la pubblicità di varie ditte. Siamo stati inseriti solamente con una bandierina sul mappale del sito e in nessuna altra guida. Poi è lievitato il costo, alla fine abbiamo pagato complessive € 90,00, come mai questo aumento?? Per la giornata di Venerdì 09 Maggio ho dovuto aspettare fino alle ore 15,30 per vedere alcuni clienti, dal momento che la SP 148 è stata chiusa fino a quest’ora (per fortuna non fino alle ore 19,00 come dichiarato dalle autorità) SONO FORTUNATO (si sarebbe potuta aprire già alle ore 14,00, in quanto le corriere a quell’ora erano già arrivate alla meta in pianura). Nessuna di queste si è fermata lungo la strada per mangiare o consumare qualche cosa, e dire che alle riunioni ci era stato detto che in quella giornata avremmo avuto parecchi clienti. I pullman erano circa 50 e non 80 e gli ultimi 4 erano praticamente vuoti sia all’andata che al ritorno???  Mi è stato riferito da due persone del servizio d’ordine che si sono fermati a mangiare all’agriturismo De Lucchi e che si sono trovati in pochi. Voci riportate (in quanto non ho visto di persona) una corriera si è fermata a pranzare in Val dea Giara, una a Ponte S. Lorenzo e una allo Scarpon, come mai loro sono stati privilegiati e da Chi?? Si è continuato a parlare anche in televisione del Monte Grappa che bisogna dare una mano per rivalutarlo, ma la mano serve solo a tappare le bocche?? Le nostre. Auguri per le prossime Adunate dal sempre Alpino Valerio classe 1952.