Regalo

Un bellissimo regalo senza spendere nulla per:
la vostra mamma / papà, o la vostra amata/o, oppure per chi volete bene.
E’ possibile regalare, non occorre comperare, non occorrono soldi, Voi vi domandate come si fa? cosa sarà? ci sarà qualche inghippo? che gioco sta giocando? in che modo ci spremerà soldi?
Non si è mai visto qualche persona che regala qualche cosa ad altri senza avere il suo tornaconto (basta che questo non sia matto).
Infatti non voglio nulla, ma non sono matto (nel senso che ragiono ancora), voglio solo fare cosa gradita (chi che accetta) di regalare le mie poesie (www.miepoesie.it) a chi piace leggere qualche cosa di carino (se lo trovate noioso – lasciate stare, non voglio opprimervi).
Spero tanto che piaccia (bastano pochi) sarò felice, se con poche righe posso far contente altre persone, mi riempie il cuore.
Saluti Valerio

Legge Merlin

Oggi ho sentito, per televisione, che stanno ridiscutendo di quella famosa legge che è stata una vergogna di chi l’ha concepita. Quanto meglio era quando c’erano “i Casini” aperti. Più protezione per la salute pubblica e per le ragazze che lavoravano, semplicemente una attività in regola con tutti e tutto. Si ridiscute ma si vogliono mettere imposizioni fuori luogo, lasciate che le ragazze desiderose di questo lavoro (da che è nato il mondo, è sempre esistito) possano lavorare con tranquillità, magari a casa sua, e non lungo le strade. Permettendo lo stato ci guadagna, perchè lavoratrici autonome, e anche per la salute pubblica (ho visto un’articolo che diceva di aumento trasmissione Hiv e sifilide), per tante altre cose che ad elencare non serve a gniente in quanto ogni persona lo pensa, ma lo dice parlando piano. E se qualche persona ha qualcosa da dire si faccia avanti, attendo con interesse anche critiche. Il dialogo è una buona cosa perchè dialogando si può migliorare se stessi. Ciao da Valerio

Mille proposte

Apro il giornale e leggo che il mondo va a rotoli (morti, rapine, guerre, malattie varie, mancanza di soldi, benzine alle stelle, inflazione galoppante, ecc…), domani è un’altro giorno di sofferenza, e oggi? Come ieri e dopodomani, sempre alla stessa maniera, il sole nasce ad EST e va a riposare ad OVEST, nulla cambia o è cambiato o cambierà. Oramai è il momento che ogni persona faccia un “Mea Culpa” perchè continuando a percorrere questa strada non si riesce a concludere nulla, bisogna avere il coraggio di darsi un forte scossone e ripartire, una volta si diceva “bisogna farse su e maneghe e darghe rento”. Vorrei cortesemente avere anche i vostri giudizi, che mi permettono di capire il mondo che mi circonda e capirVi a cosa aspirate. Ciò che manca o che è venuto a mancare, a mio parere, l’educazione e il rispetto verso gli altri, l’esprimere le proprie idee e sentimenti e avere come controparte chi ti ascolti, la frenesia del lavorare per far schei per farsi vedere che si ha un’auto nuova, il televisore al plasma, la seconda casa, o vestiti nuovi (invidia di chi ha), il dovere di far vedere (l’auto più grossa, più grande – ma solo per fare 1 km al giorno) quello che non si è (come chi non ha, giudica), certe lingue sono più taglienti di dieci coltelli, la mancanza di regole (basilari – semplici) ma precise da rispettare e non da subire, e poi ci sarebbe da scrivere un poema ma voglio fermarmi aspettando le Vs risposte o domande. Grazie da Valerio

Vardando fora

Vardando ben dovaria essare contento de tuto queo che roda torno a mi. El me blog el me sembra un canon che ze drio sparare di dopo di notissie, poesie (no el ze su www.miepoesie.it), monae, e tuto queo che al momento me passa par el serveo. Basta vardare e notissie de un’co par vedare che e ze uguae a quee de ieri e ierl’altro e del’altro ieri. Soéo morti con bombe, soto el treno, coa machina, butà zo dal ponte o dal sedicesimo pian, drogai, stupri, bastonae, poitica che se dize su o zo el di dopo tuto cambià, tumori che scompare e altri che riva, guere de popoéassion o de reigion o par el petrolio o gas o……..o, no finisse pi, go la testa che me sciopa.

Premio www 2007

Lo sapete amici che bisogna rafforzare le energie delle persone che ci mettono l’anima per migliorare il suo sito.
Bisogna votare (www.pensieriparole.it) su: “premiowww.ilsole24ore.com” così si concorre per una Land Rover e magari la vincerete Voi, amici miei.
Ricordatevi “chi ha tempo non aspetti”.
Saluti da Valerio

Giovedì 22

Oggi a pranzo avevo mio cugino e moglie, Mario (che ha compiuto gli anni, proprio oggi) e Bruno il vicino. Ci siamo divertiti come matti, mangiando, bevendo e chiaccherando di tutto e di più. Le barzellette si intercalavano con problematiche serie, gli scherzi sono cominciati con il bellissimo mazzo di fiori regalato per mia moglie. “E’ arrivato il fiorista per il festeggiato” ho urlato e da li è cominciata una meravigliosa giornata stappando una bottiglia di prosecco di Valdobbiadene. Abbiamo mangiato: canederli in brodo e al burro fuso, carne in brodo con radicchio, cipolline, olive, pomodorini secchi e peperoncini ripieni (quelli di Luciano) inaffiato il tutto col ottimo vino rosso sfuso della casa Cabernet. Dolci portati dal festeggiato e la “Torta Putana Gentile” fatta la mattina da mia moglie. Caffè e due caraffe di grappa “Erbe del Grappa” ottima, profumata e digestiva.

Semo stai a Venessia

Uncò ghemo girà Venessia tuta a pie, con me cugin Ruggero so mojere Pina e me mojere Lella. Semo rivai ‘sta matina de bonora in treno e semo partii a pie rivando a Rialto e piassa S.Marco, semo ‘ndai a vedare a Basiica e dopo aver girà un toco (jera za un boto e mezo) semo ‘ndai a magnare aéa tratoria “Giorgion” longo a via Garibaldi. Ghemo magnà pesse e dopo averse riposà semo ripartii passando par vedare el ponte dei Sospiri, el paéasso Ducaé, el cafè Florian, e slongà a cae verso piassae Roma/Ferrovia. Rivai in stassion semo stai contenti de aver trovà che’l treno me spettava. Tuto ben, tuti contenti come pasqua. Ciao a tuti da Vaerio