Son in branda

Ze da Zoba che son in branda con un’influensa nel stomego. Son sta’ mae fin ieri, ma de un mae che no’ posso dirveo ciaro e scetto. In pì me jera vegnuo un mae al zanocio che dovevo, tirar zo i santi, ogni volta che andavo (in che’l beato posto) anca 10 volte al dì. Desso me sembra de essare un leon, ruggente. Spero tanto che no succeda a nessun queo che me ze capità. Saéudi da Vaerio

Votazioni

Ben domenega 14 Otobre andè a votare, ma vardè che par ‘ndar a votare bisogna sborsare schei 1 euro par el partito che nassarà. A voevo dirVe che saria mejo che prima de ‘ndar a fare (se Voì) el Vostro deposito (€1) passè de qua che podarissi darmei a mi, jori no ghe ne gà mia bisogno i ghi nà un mucio, de serto pì de nialtri. Me sà che i o fassa par sistema tanto par tirare el cassetin, e i ze tuti neti, ciamei bauchi, i pì bauchi i ze proprio quei che prima i va messa e i sparagna parchè i va sui banchi (a carega se pagava) e dopo i va a votare dazendoghe anca schei. Vegnì a bevare un bicere de queo bon, che ve fasso pagare soéo 1 Euro. Ciao a domenega.

Bergamo

Sabo semo a Bergamo, mi col Presidente dell’ “Accademia Aque Slosse” de Bassan – Eusebio Vivian – che i me ga invità come Gruppo de poesia e par a Lengua Veneta. Ciao a luni che ve digo come a ze andà. Vaerio