Serco i frà de naja

Cercasi amici militari che sono stati a Mondovì (classe 2° 1952) nell’anno 1972 e che abbiamo fatto il giuramento a Cuneo in piazza Galimberti. Mi ricordo di un certo Lorenzo di Montecchio Maggiore, di Ceretta Sergio di Trissino, di Bonamigo Armando di Caltrano e del Sergente Frigo di Bassano del Grappa. Poi ci siamo persi di vista.
In data Settembre 1972, dopo aver finito il Car avanzato mi hanno trasferito, come Alpino assaltatore mitragliatore, alla Caserma di Paluzza. Da quel posto mi hanno spedito a Forni Avoltri e ci sono stato come cuoco del Circolo Ufficiali fino ad Aprile 1973,( c’era con me come cameriere Berlito da genova), dove mi hanno spedito a Paularo a finire la mia Naja Settembre 1973. Ho dovuto fare il campo estivo vicino a Tarvisio/Pontebba (Iof Fuart, Monte Canin, Lago del Predil, Sella Nevea, ecc…) e ci sono stati tanti bei momenti che non ce la facevo. Ora per merito di un Alpino sono riuscito a trovare alcuni miei frà: Repetto da Rapallo, Accardi _ Dondero e Fumagalli da Genova, mi ricordo di uno che aveva a Genova un Night, poi molti piemontesi e Torinesi. Chi legge questa mia mi scriva. Grazie



Queste foto sono del giorno del giuramento a Cuneo in Piazza Galimnberti. Nella prima sono in mezzo, nella seconda quello a destra.


Questa è stata fatta al campo di tiro vicino Mondovì. Io sono il terzo in alto da destra.


Car Avanzato a Mondovì. Da sinistra: Bonamigo, Io, Lorenzo e Ceretta.


In salottino della cucina del circolo ufficiali a Forni Avoltri. Io sono quello di sinistra.





Tutte di una stessa giornata di preparazione del campo invernale (1º contingente classe 1952) subito sopra le sorgenti del Piave, nei pressi di Sappada. Io sono quello imbiancato (mi avevano sotterrato nella neve mentre dormivo).

Qua sono tutti in lavoro

Ho visto vari posti dove lavorano come schiavi, qua è lo stesso. Andrea ritaglia, la mamma legge, papà scrive. Dobbiamo fare le casette di panpepato e siamo in aperta discussione di come si esegue. Siamo arrivati al dunque, l’esecuzione comincia, tutti ai loro posti, scusatemi devo prendere il mio lavoro (se manco mi…….). Fra poco si comincia nella preparazione vera e propria, se ne devono fare cinque, poi racconterò di come sono venute. Ciao e auguri

Lampo

Il mio gatto: Lampo
Questo è il gatto “Lampo”, un gattino abbandonato nella mia zona, si è affezzionato al posto e non lo lascia per un semplice motivo, si mangia ogni giorno. Alla mattina quando apro lui è davanti al cancello, si nasconde dietro i vasi di fiori e poi fa “cu – cu”, accompagna le varie persone di casa per il piazzale a uscire o entrare nelle auto, posso dire che gli manca la parola, ormai fa parte della casa. Per tutti un lampociao – miao – miao, da Lampo e da me.

Rtl 102,500

Questa mattina ho sentito per radio RTL 102,500 una trasmissione, i presentatori hanno riferito questa frase: “Le malelingue sono taglienti come le spade”. Non è un detto, ma una sacrosanta verità. Avete mai avuto da ridire su persone che hanno la lingua lunga e tagliente come una spada? Una parola e dopo 5 minuti sei KO, per diventare OK ce ne vuole di tempo (mesi – anni- o mai). Scrivetemi, fatemi sapere le Vostre opinioni, saluti da Valerio

Buon 2006

Me ciapo in anticipo, prima che me ciape indrio con i saéudi. Soto e Feste cossì grande a go da sgobare come un musso, parqueo che avendo del tempo fasso desso queo che dovaria fare fra dodeze dì. El me mejo augurio par tutta a zente ze: no schei, no lusso, no vacanse, ma soéo saéute – saéute e ancora tanta saéute, quando a manca te capissi cossa che te manca, no ghe ze schei che paga a saéute. A go sentia stamatina dai amissi “Bronse Querte”- “A saéute e el cul che caga, no’ ghe ze oro che li paga”. Ciao da Vaerio

Banche, banchieri e bancari

Almeno si sta aprendo il coperchio tenuto, a forza, chiuso per decenni. Ora anche i partiti si devono delineare, non possono sempre stare su ambo le rive del fiume (‘na volta se faseva dée bée caminade, con ‘na gamba a dx e ‘na gamba a sin, sora e rostine – desso i ze diventai rostoni o fiumi de schei che ciapa el largo). Bisognerebbe distinguere tra chi detiene il potere e i subalterni, ma esiste senz’altro OMERTA’, pertanto sono tutti farina dello stesso sacco. Scusatemi di questo sfogo ma è dovuto. Un vecchio detto: “Chi incassa ciapa – chi ciapa incassa” = “Chi ha incassato ha preso, guadagnato, – pertanto è complice anche se non con propria volontà; i soldi fanno gola a tanti.

Amici e amissi

Una volta si poteva dire che avevi un’amico, solo per il piacere di stare assieme a poter combinare di cotte e di crude. Oggi quando dici o pensi di avere un’amico è solo a scopo di interesse. Come sono cambiate le tendenze in questo breve periodo (30 anni). Come si può ritornare a quei bei periodi che ci si trovava, si rideva, si giocava,…… solo a scopo di vera amicizia e non a scopo di denari. Vediamo che la nostra esistenza è sempre più corta, oggi ci sei domani non più, una corsa ad ostacoli anche per il nostro fisico, non occorre avere una Ferrari se non hai il cuore che funziona, non occorre aver tutto se ti manca la salute, non si riesce a comprendere chi ha fame se in tavola si trova di tutto e forse di più. Sono riflessioni mie e vorrei i Vostri pareri, forse sono troppo ………. sentiamo i Vostri per confrontarsi e capire dove posso sbagliare. Saluti da Valerio

Magnare drio cuéo

Nialtri semo speciàizai a dar fora de magnare a mò de gambaro. Se riva al canceo e a rento el Bar caminando indrio cuéo come che fa i gambari, se riva sùtio aéa cassa e se paga queo che ze stà patùio, se va in Grasparia e se beve un bicerin de Graspa, se passa aéa Saéa da Pranso e se scominsia a bevare el cafè, riva a torta con el bicer de queo bon (dolse pae femane), de boto riva i contorni col secondo prenotà, dopo riva el sorbeto e drio man i primi (che in sto caso saria i ultimi), se beve al bar l’aperitivo e se se saéuda parchè se gaveva za pagà prima. Se anca ti te voi provar sta sorta de magnar serca de prenotar fin che ghe ze tempo. Se prenota tirando fora i schei de anticipo, ciao a presto.

Ultimo 2005 primo 2006

Gavimo pensà a Voialtri con ‘na sena par zente che voe magnar ben sensa spendare un patrimonio. Aperitivo de benvegnuo – Antipasto: Sorprese de poenta con formajo, e stuzzichini – Primi: Risoto montanaro con funghi e salsiccia e Torteiini in brodo de carne – Sorbetto – Secondo: Carne de manzo stracada in leto de salsa verde – Contorni: Verdure miste cote e crue – Dolse: Paneton con cioccoéato – ? 28,50 con l’esclusion de vin, aqua e cafè. Prenotassion entro el 26 de Disembre con el pagamento de un bon anticipo (schei). Ciao tosi e tosate, spero de farVe i auguri de bon Nadae de persona se vegnì a catarme.

Cioccolata e Grappe

Un buonissimo abbinamento che aiuta anche la mente. Infatti certi piccoli cassetti (chiusi) nella nostra testa rifioriscono con la profumazione sia dei vari tipi di cioccolato e dai vari tipi di grappe che si possono abbinare. Ogni volta si abbina, al massimo, di tre tipi di cioccolato e tre tipi di grappe. Ho già cominciato a proporre ai miei amici – clienti e sono rimasto estasiato dalle risposte datemi. Con l’occasione delle future feste spero di saper fare tesoro dei consigli che i clienti – amici mi sapranno dare. Ciao